INFISSI E SERRAMENTI

Gli infissi sono tra gli elementi più importanti per un’abitazione, soprattutto perché ci consentono di risparmiare sulle spese di riscaldamento e raffrescamento della casa.  Bisognerà probabilmente sostituire gli infissi in caso di telaio usurato e distorto, se si verificano problemi di apertura e chiusura delle finestre, se le viti allentate ormai non sono sostituibili e se le cerniere rotte hanno danneggiato l’infisso. Soprattutto è il caso di sostituirli in caso di spifferi e dispersione termica. 

Oltre agli infissi, giocano un ruolo chiave anche le porte interne, che oltre a dividere elegantemente e utilmente gli ambienti, consentono una corretta circolazione del calore, dell’aria, dei suoni.

 

Da adesso in poi ogni scelta avrà un suo peso specifico: innanzitutto quella dei materiali, da scegliere in accordo con un tecnico, in base alla condizione ambientale in cui è inserito l’immobile ed alle possibilità economiche.

Per la sostituzione degli infissi è prevista l'IVA del 10% e, almeno fino al 31/12/2017, è possibile usufruire delle detrazioni fiscali del 65%, a patto che siano utili all’efficienza energetica dell’immobile. Ecco perché oggi conviene davvero sostituirli!

 

TIPOLOGIE DI INFISSI

PVC. Si tratta di un materiale plastico isolante sia dal punto di vista termico che dal punto di vista. Questa tipologia di infissi risulta molto funzionale in molteplici circostanze, oltre ad essere reperibili in molteplici forme e colori, che garantiscono uno stile moderno.  Il costo (posa in opera compresa) va dai 200 euro ai 250 euro al mq.

Legno. Gli infissi di questo tipo sono ottimi isolanti termici e a livello estetico sono molto duttili. Tra i loro pregi c’è la possibilità di riverniciarli agevolmente, trasformandoli efficacemente con svariati colori. Inoltre si tratta di materiali solidi e capaci di creare un’atmosfera più calorosa. Tuttavia, la riverniciatura non è solo questione di gusti, ma si richiede nell’ambito di una attenta manutenzione alla quale devono essere sottoposti per non rischiare danni dovuti all’incidenza dei fattori climatici e di invecchiamento.  Chiaramente, il legno, prima di essere installato, viene sottoposto a trattamenti speciali per proteggerlo da irraggiamento solare e condizioni atmosferiche estreme. Tuttavia nel medio-lungo periodo i segni degli agenti esterni sono ben visibili. Il costo di questi infissi (compresa la posa in opera) dipende dal tipo di legno in cui sono realizzati, dalla marca e dalle politiche aziendali e va da un minimo di 350 euro a 600 euro al mq.

Alluminio. L'alluminio è un materiale resistente e durevole, oltreché comodo e leggero. Gli infissi prodotti con questo metallo sono funzionali, disponibili in molte colorazioni e sicuri. La loro grande pecca tuttavia è la non perfetta capacità isolante. Il loro costo (sempre comprensivo di posa in opera) va dai 200 ai 450 euro al mq.

Alluminio-legno. L’unione che fa la forza, potremmo dire; infatti l’estetica ed il calore interno del legno unito alla resistenza esterna dell’alluminio, offrono davvero un’ottima soluzione a chi non vuole rinunciare a nulla. I costi in questo caso variano molto, ma supera, generalmente, quello delle altre categorie.

 

Oggi si punta molto su infissi a taglio termico, cioè su quelli che presentano uno strato fatto da due anime in plastica, denominato poliammide, che si trova in mezzo alle due facciate (esterna ed interna), il quale migliore le prestazioni termoisolanti dell’infisso. Quasi sempre ormai si punta sui doppi vetri, preferiti spesso anche ai tripli vetri, spesso accusati di isolare troppo o di essere troppo pesanti.

 

LE PORTE

C’è poco da dire: ad ogni casa la sua porta! Stili, materiali, forme, dimensioni, incassate o tradizionali, le porte sono elemento centrale di qualsiasi immobile. Anche quando sono poche, e soprattutto se sono poche, vanno scelte con cura. Generalmente in legno, ultimamente non viene disdegnati il Pvc o altri materiali. 

Confronta gratis fino a 5 Preventivi



le ultime news

© 2017 Preventivifree.net Soc.Coop.