Questo sito utilizza cookies per fini tecnici. I dati possono essere usati per inviarti pubblicitŕ e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sul pulsante "Tutela della privacy". Chiudendo questo banner, o continuando con la navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.
Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e pertanto, non richiedono il tuo consenso.
Questi strumenti di tracciamento ci permettono di misurare il traffico e analizzare il tuo comportamento con l'obiettivo di migliorare il nostro servizio.
Questi strumenti di tracciamento ci consentono di fornirti contenuti commerciali personalizzati in base al tuo comportamento e di gestire, fornire e tracciare gli annunci pubblicitari.
informazioni

Incentivi ComunitĂ  Energetiche

23/11/2023

La Commissione europea ha dato il via libera al decreto italiano che incentiva la costituzione delle Comunità Energetiche Rinnovabili (CER) e la diffusione dell’autoconsumo di energia da fonti rinnovabili. Lo ha fatto sapere il Ministero dell’ambiente e della sicurezza energetica.
 
Si tratta di un’autorizzazione attesa da diversi mesi: il decreto è stato annunciato un anno fa, messo in consultazione pubblica, poi inviato alla Commissione europea e modificato su richiesta di Bruxelles.
 
Il decreto con gli incentivi per le Comunità Energetiche Rinnovabili - spiega il Ministero - è incentrato su due misure: una tariffa incentivante sull’energia rinnovabile prodotta e condivisa e un contributo a fondo perduto.
 
L’incentivo in tariffa:
- è rivolto a tutto il territorio nazionale: dal piccolo comune alla città metropolitana;
- comporterà un risparmio sui costi dell’energia per chi costituisce una Comunità;
- costituirà tariffa incentivante sull’energia condivisa;
La potenza massima agevolabile e pari a 5 Gigawatt entro il 31 dicembre 2027.
 
Il contributo a fondo perduto:
- è rivolto ai territori dei Comuni sotto i 5.000 abitanti;
- copre fino al 40% dell’investimento per chi crea una Comunità Energetica;
- attinge a risorse PNRR pari a 2,2 miliardi di euro (sono agevolabili almeno 2 Gigawatt fino al 30 giugno 2026);
- è cumulabile con l’incentivo in tariffa.
 
Gli incentivi per le Comunità Energetiche Rinnovabili riguardano tutte le tecnologie rinnovabili, quali ad esempio il fotovoltaico, l’eolico, l’idroelettrico e le biomasse.
 
Per le Comunità Energetiche Rinnovabili, i destinatari del provvedimento possono essere gruppi di cittadini, condomìni, piccole e medie imprese, ma anche enti locali, cooperative, associazioni ed enti religiosi. La potenza dei singoli impianti non può superare 1 Megawatt.
 
Le Comunità Energetiche Rinnovabili potranno diventare una realtà diffusa nel Paese - ha commentato il Ministro Gilberto Pichetto -, sviluppando le fonti rinnovabili e rendendo finalmente il territorio protagonista del futuro energetico nazionale. Grazie alle CER, infatti, ciascun cittadino potrà contribuire alla produzione di energia rinnovabile, e averne i benefici economici derivanti dall’autoconsumo, pur non disponendo direttamente degli spazi necessari alla realizzazione degli impianti FER”.
 
Ma come si costituisce una Comunità Energetica Rinnovabile? Lo step iniziale per la realizzazione di una CER - spiega il Ministero - è l’individuazione dell’area interessata alla costruzione dell’impianto e della cabina primaria. Segue l’atto costitutivo del sodalizio, che dovrà avere come oggetto sociale prevalente i benefici ambientali, economici e sociali.
 
Il soggetto gestore della misura è il GSE, che valuterà i requisiti di accesso ai benefici ed erogherà gli incentivi e che, su istanza dei soggetti interessati, potrà eventualmente verificare l’ammissibilità in via preliminare.

LE ULTIME NEWS

© 2024 Preventivifree.net Soc. Coop.

| Preventivifree aziende
Iscrivi la tua azienda
| Preventivifree.net Soc. Coop.
P.IVA 032 8208 0831
Email: [email protected]
[email protected]
(+39) 0941 318288
(+39) 328 6189247
(+39) 391 4704529