BOLLETTA ENERGIA TROPPO CARA: COSA FARE

Spesa per il trasporto e la gestione del contatore, bolletta energia troppo cara: ecco alcune risposte.

 

 

Se la spesa per il trasporto e la gestione del contatore, fa si che la tua bolletta energia sia troppo cara, e ti stai chiedendo se puoi staccare il contatore enel, qui proveremo a darti alcune risposte.

Diciamo subito che se hai una bolletta entro i 90 euro a bimestre c’è poco da fare. Purtroppo gli oneri di sistema incidono molto sul totale della tua bolletta e si può solo sperare e chiedere l’intervento della politica.

Se spendi almeno  100 euro a bimestre puoi optare per un impianto fotovoltaico, che non ti farà staccare il contatore (perché l’energia prodotta non sarebbe sufficiente) ma ti farebbe risparmiare costantemente tra il 30% ed il 50 % ogni anno rispetto alla tua attuale spesa energetica.

Se hai una bolletta superiore ai 180 euro puoi anche prendere in considerazione l’installazione di un impianto fotovoltaico con accumulatore. In questo caso il tuo risparmio annuale sarà tra il 60% e l’80%. Senza l’accumulatore invece il tuo risparmio sarà di circa il 50%.

Con il fotovoltaico e l’accumulatore è possibile staccarsi dal contatore e fare tutto autonomamente? Tecnicamente sarebbe possibile in due modi: o controllando costantemente i tuoi consumi per limitarli un bel po’  nei momenti di minor produzione dell’impianto; oppure aggiungendo al fotovoltaico un generatore di energia alternativo, tipo un gruppo elettrogeno o uno strumento più sofisticato.  Ma questa è una soluzione che non può essere adottata in tutte le circostanze, bisognerebbe consultare un tecnico. In ogni caso il costo di questa operazione è molto elevato e quindi spesso non conveniente.

 

FOTOVOLTAICO SUL TETTO

Piuttosto bisognerà rimanere con i piedi per terra e pensare a consolidare il risparmio costantemente, con un abbattimento drastico del costo delle bollette.

Infatti le tasse della tua bolletta (trasporto, accise, iva) si abbassano in modo deciso con il fotovoltaico, rimanendo più stabili solo alcuni degli oneri di sistema.

Facendo un po’ di conti si può ottenere un risultato veramente apprezzabile e garantirsi l’autoproduzione di energia elettrica per 30 anni a costo quasi zero.

D’altronde se spendi almeno 1000 euro annui oppure se vuoi aumentare i tuoi consumi di energia elettrica (magari attualmente inferiori a 1000 euro) riducendo o eliminando quelli del gas, con il fotovoltaico il tuo risparmio annuo totale sarà di oltre il 50% e il tempo di ammortamento molto breve, per effetto sia del risparmio che della detrazione fiscale.  E questo senza contare il costante aumento della bolletta elettricaFederconsumatori ci dice che in 20 anni è aumentata di più dell'85% e pare non si possa fermare.Aggiungendo questo constante aumento, maggiore sarà la convenienza dell'impianto.

Quasi un milione di famiglie italiane oggi ha scelto l’impianto fotovoltaico con ottime offerte e grandi risparmi sui consumi, soprattutto installando le pompe di calore per abolire o ridurre drasticamente il gas.

chi non si trova bene col fotovoltaico evidentemente ha fatto un impianto sbagliato, di scarsa qualità, oppure è stato truffato; il fotovoltaico, se fatto bene e nelle condizioni giuste, funziona e conviene davvero, conti alla mano.

 

Se vuoi studiare il tuo caso e capire cosa ti conviene fare puoi ascoltare i nostri installatori chiedendo loro una consulenza e confrontando idee e preventivi diversi.

Se vuoi richiedere fino a 5 PREVENTIVI GRATUITI per il fotovoltaico clicca qui.

 

NOVITA’ FOTOVOLTAICO: SCONTO IMMEDIATO FINO AL 50%

leggi

I migliori installatori di fotovoltaico a Cuneo e in Piemonte

leggi

VENETO: BANDO ACCUMULATORI FOTOVOLTAICO

leggi

CREDITO D’IMPOSTA FOTOVOLTAICO 2019

leggi

Fotovoltaico, vantaggi e svantaggi 2019

leggi

BOLLETTA ENERGIA TROPPO CARA: COSA FARE

leggi

© 2017 Preventivifree.net Soc.Coop.