Ultime Novità e Proroga Superbonus 110%: le soluzioni migliori

Superbonus 110% aggiornamenti, ultime notizie: abusi, proroga, requisiti, cila. Proposte chiavi in mano, aggiornamento 15/06/2021

 

SUPERBONUS 110%: Ultime Novità e Aggiornamenti

AGGIORNATO AL 15/06/2021

 

ecobonus 110 novità superbonus abusi edilizi proroga

 

Quali sono gli ULTIMI AGGIORNAMENTI sul Superbonus 110? Fino a quando verrà prorogato?

Sfruttando l'Ecobonus 110%, anche detto Superbonus, è possibile installare anche l'impianto fotovoltaico e un sistema a pompa di calore o ibrido e sostituire gli infissi se necessario, il tutto a costo zero, superando le famose due classi energetiche.

I problemi principali per la maggior parte dell'abitazioni del nostro paese, sono stati quelli relativi alla presenza di piccoli abusi edilizi non sanati e l'ammissibilità degli immobili sprovvisti di qualisiasi impianto di riscaldamento fisso. Ma il tema sicuramente più importante riguarda la scadenza e la tanto attesa proroga. Ci sono novità su questo fronte? Vediamo qualè lo stato attuale delle cose.

AGGIORNAMENTI PROROGA. Una prima modifica sulle date originariamente previste è stata operata con il decreto Sostegni 59/2021:

  • per gli interventi effettuati dalle persone fisiche al di fuori dell'esercizio di attività di impresa, arte o professione, con riferimento agli interventi su edifici composti da due a quattro unità immobiliari distintamente accatastate, anche se posseduti da un unico proprietario o in comproprietà da più persone fisiche, per i quali alla data del 30 giugno 2022 siano stati effettuati lavori per almeno il 60% dell'intervento complessivo, la detrazione del 110% spetta anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022;
  • per gli interventi effettuati dai condomini (di cui al comma 9, lettera a)), la detrazione del 110% spetta anche per le spese  sostenute entro il  31 dicembre 2022;
  • per gli IACP e altri istituti, per i quali alla data del 30 giugno 2023 siano stati effettuati lavori per almeno il 60% dell'intervento complessivo, la detrazione del 110% spetta anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2023.

Resta la data di scadenza del 30 giugno 2022 per le villette unifamiliari e le unità funzionalmente indipendenti, ma ancora non attivata, in quanto è soggetta all'approvazione in sede europea e all'erogazione del PNRR.

L'impegno politico del governo Draghi è quello di estendere la proroga, con i correttivi attesi, al 31 dicembre 2023, ma ancora non si è arrivati alla decisione definitiva. 

 

>> PROPOSTA 110% FOTOVOLTAICO + POMPA DI CALORE E CALDAIA <<

 

Per quanto riguarda le novità sulla procedura e sui requisiti di ammisibilità, possiamo riportare i correttivi attualmente in vigore, in estrema sintesi.

Nessuna sanatoria semplificata o automatica

Il decreto non prevede alcuna sanatoria per gli abusi edilizi, diversamente come per qualche mese si è creduto.

Il provvedimento ha sostituito il comma 13-ter dell’art. 119 del decreto Rilancio.

In sostanza, la nuova formulazione del comma 13-ter afferma che gli interventi edilizi, esclusi quelli che comportano la demolizione e ricostruzione degli edifici, costituiscono manutenzione straordinaria e sono realizzabili mediante comunicazione di inizio lavori asseverata (Cila).

E nella Cila: “sono attestati gli estremi del titolo abilitativo che ha previsto la costruzione dell’immobile oggetto d’intervento o del provvedimento che ne ha consentito la legittimazione ovvero è attestato che la costruzione è stata completata in data antecedente al 1° settembre 1967″.

Si stabilisce poi che “la presentazione della Cila non richiede l’attestazione dello stato legittimo di cui all’articolo 9-bis, comma 1- bis del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380″.

Così la decadenza del beneficio fiscale opera soltanto nei seguenti casi:

  • mancata presentazione della Cila;
  • interventi realizzati in difformità dalla Cila;
  • assenza dell’attestazione del titolo abilitativo o dell’epoca di realizzazione dell’edificio;
  • false dichiarazioni.

Peraltro si sottolinea che “resta impregiudicata ogni valutazione circa la legittimità dell’immobile oggetto di intervento” e che “restano in ogni caso fermi gli oneri di urbanizzazione dovuti in base alla tipologia di intervento proposto”.

In definitiva, seppur lo stato legittimo non dovrà più essere dichiarato, presentare una Cila con uno stato dei fatti diverso da quello dell’ultimo titolo abilitativo comporterà il rischio di sanzioni civili e penali per le difformità e gli abusi presenti.

Altre novità del decreto Semplificazioni

Viene esteso il Superbonus per l’eliminazione delle barriere architettoniche anche agli interventi effettuati in favore di persone di età superiore a sessantacinque anni, a condizione che siano eseguiti congiuntamente ad almeno un intervento trainante.

Si stabilisce infine che, per soggetti quali le organizzazioni non lucrative di  utilità sociale, le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale iscritte nei rispettivi registri, il limite di spesa ammesso alle detrazioni e previsto per le singole unità immobiliari è moltiplicato per il rapporto tra la superficie complessiva dell’immobile oggetto degli interventi e la superficie media di una unità abitativa immobiliare, ricavabile dal Rapporto Immobiliare pubblicato dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate.

Le organizzazioni devono soddisfare i seguenti requisiti: svolgere attività di prestazione di servizi socio-sanitari e assistenziali e i membri del consiglio di amministrazione non devono percepire alcun compenso o indennità di carica; possedere immobili rientranti nelle categorie catastali B/1, B/2 e D/4, a titolo di proprietà, nuda proprietà, usufrutto o comodato d’uso gratuito.

Non ci sono grosse novità per quanto riguarda la questione degli impianti di riscaldamento, in quanto l'Agenzia delle Entrate e l'Enea hanno già definito la questione negli ultimi tempi, affermando che gli immobili sprovvisti di impianto di riscaldamento con radianti e caldaia, possono comunque accedere all'incentivo del 110%, purché siano presenti sistemi di riscaldamento fissi, in cui eventuali sistemi di produzione, distribuzione, accumulo e utilizzazione possono anche essere assenti. E sempre purché siano funzionanti o facilmente azionabili con manutenzione ordinaria. Pare dunque assodato che anche un camino, una stufa o uno split per la climatizzazione possono essere considerati idonei.

 

SUPERBONUS velocizzato dal DL Semplificazioni (77/2021)

 

Il Superbonus 110% diventa più veloce (si stimanao quasi 3 mesi in meno), perché non servirà più la verifica di doppia conformità, ma necessità della sola CILA, come per gli altri bonus casa.

Questo consente di evitare le lunghe attese per accedere alla documentazione degli archivi edilizi dei Comuni, stimate in media in circa 3 mesi per ogni immobile oggetto di verifica.

 

 

Perché i lavori di riqualificazione energetica sono ottenibili a 'costo zero'?

Come sapete, oltre alla detrazione fiscale in 5 anni, per chi non ha liquidità (ed anche per chi non ha capienza fiscale, purché abbia un reddito) può essere riconosciuto un bonus corrispondente al 110% dell'importo complessivo dei lavori, con cui pagare direttamente l'azienda o le aziende interessate.

Il nostro servizio da sempre specializzato in energie rinnovabili, fotovoltaico ed impiantistica, fornisce il supporto dei migliori installatori in Veneto.

Con l'installazione di un impianto fotovoltaico è oggi possibile abbattere i costi della bolletta dell'energia dal 50% al 90%, a seconda che sia conveniente installare o meno un sistema di accumulo.

Il corretto dimensionamento di un impianto fotovoltaico (con o senza accumulatore) dipende dai vostri consumi. Premuratevi di fornire ai tecninci una copia di alcune bollette ed eventualmente di spiagare quali sono le vostre intenzioni (se volete ad esempio installare un sistema a pompa di calore, magari togliere completamente il gas). Vi restituiranno un calcolo esatto di ciò che vi serve.

 

SUPERBONUS 110 proroga ultime novità

 

Qual'è il rendimento corretto di un impianto fotovoltaico?

Ogni kWp correttamente installato in Italia rende mediamente, dal nord verso il sud, tra i 1100 e 1700 kWh annui. Secondo tutti gli studi l'installazione dei pannelli fotovoltaico è conveniente in tutte le Regioni italiane, facendo particolar attenzione al dimensionamento relativo e all'esposizione che dovrà essere sempre tendenzialmente sud oppure su più direzioni.

Quando conviene l'accumulatore?

Per rispondere correttamente a questa domanda non c'è altro modo se non fare un calcolo esatto con il supporto di un tecnico, di un professionista, studiando i propri consumi. In via generale, tuttavia, possiamo dire che con le nuove detrazioni fiscali l'accumulatore sarà conveniente in molti più casi rispetto a quanto accaduto fino ad oggi. Solitamente, infatti, è consigliato installare la batteria di accumulo solo a chi ha una bolletta di almeno 200 euro a bimestre. Ora, se verranno confermate le detrazioni fiscali in toto, allora sarà conveniente farlo pure in presenza di una bolletta di circa 100 euro a bimestre.

Quali sono i migliori pannelli fotovoltaici del 2021 più efficienti?

Ecco un elenco parziale delle migliori marche di pannelli fotovoltaici del 2021: SunPower, Qcells, Lg, Panasonic, REC, Aleo, EXE, Benq, Viessmann, Sharp, FuturaSun, Stion, Solaria. A seconda dei casi molte altre marche potrebbero essere le più adatte, infatti i pannelli hanno caratteristiche diverse ed è consigliato fare uno studio del proprio tetto e delle caratteristiche climatiche e morfologiche del territorio insieme ad un tecnico. In Veneto la produzione attesa media è di 1200 kWh per kWp, quindi è consigliabile installare pannelli monocristallini di fascia alta.

 

PER LE PROPOSTE CESSIONE ECOBONUS 110 CON FOTOVOLTAICO, CLICCA QUI.

 

ecobonus 110 villetta a schiera bifamiliare

Aggiornamenti Superbonus 110 proroga

ecobonus 110 abusi edilizi

bonus 110 modifiche abusi edilizi

superbonsu 110 proroga 2023

incentivi 110 fotovoltaico

detrazioni fiscali 110 fotovoltaico

incentivo fotovoltaico 110 per cento

incentivo fotovoltaico 110%

detrazioni fiscali 110% 

fotovoltaico 110%

preventivo fotovoltaico 110 per cento

preventivo impianto fotovoltoltaico con accumulo

preventivo gratuito fotovoltaico 

migliori pannelli fotovoltaici

migliori pannelli solari

incentivi 110 pannelli solari

detrazione 110 pannelli solari

fotovoltaico ultima generazione 202

decreto rilancio 110 per cento

decreto rilancio 110%

fotovoltaico gratis

bonus 110 per cento fotovoltaico

fotovoltaico a costo zero

cessione del credito fotovoltaico

cessione detrazione fiscale fotovoltaico

cessione 110 per cento fotovoltaico

ecobonus 110 fotovoltaico come funziona

fotovoltaico 110 detrazione

Preventivo Fotovoltaico 50% Frosinone: i Migliori con Sconto In Fattura

leggi

Superbonus 110% Frosinone: Chiavi in Mano con Fotovoltaico e Pompa Calore

leggi

Novità 110 %: Decreto Semplificazioni Superbonus

leggi

Costo Depuratore Acqua domestico: prezzi per tipologia

leggi

Costo Depuratore Acqua domestico: prezzi per tipologia

leggi

Depuratore Acqua Perugia: Bonus 2021 e Prezzi

leggi

© 2020 Preventivifree.net Soc.Coop.